Main menu

Prodotti editoriali

edcomo_banner_prodotti

Rivista cartacea e digitale “Como & dintorni”

Como & dintorni è il mensile più longevo della provincia comasca.

ced_coversFondato nel 1928 e diretto da illustri direttori, come Carlo Linati, Gianni Brera, Carla Porta Musa, è partito come trimestrale, modificandosi nel tempo, sino ad arrivare alla versione attuale che prevede l’uscita di dieci numeri all’anno corredati, tra l’altro, dalla nuova iniziativa editoriale “Progetto Dossier”, appuntamento periodico che di volta in volta vede l’approfondimento di un argomento specifico.

La zona di diffusione copre Como e provincia e si estende fino a Lecco, Varese, Saronno e Canton Ticino (Chiasso, Mendrisio, Lugano, Bellinzona, Locarno). La rivista è disponibile in tutte le edicole, librerie e cartolibrerie di Como e provincia, nelle principali librerie di Lecco e nelle edicole del Canton Ticino.

 

Pubblicazioni

V. Guarracino, P. Aquilini, L’Altrolario, Editoriale Como S.r.l., Como 2004.

l-altrolarioNato da amabili conversazioni amicali con interlocutori affini, ispirati alla comune ma inespressa esigenza di elevare lo sguardo dalla talvolta opprimente pesantezza del quotidiano, “L’ALTROLARIO” è un libro di racconti di fantasia, di fatti storici o credenze popolari, tutti rigorosamente legati al nostro territorio, ai posti ove giorno dopo giorno viviamo e operiamo. Spazi ideali della memoria, dei sogni e della storia, spicciola, vissuta e raccontata; luoghi del passato e del futuro, fusi nel tempo che attraversiamo, troppo spesso, distratti e inconsapevoli, come se fossimo attori di un palcoscenico di cui non sempre riusciamo a cogliere appieno i significati più profondi. Ma “L’ALTROLARIO” non è solo questo, è anche, in chiave poetica, artistica e letteraria, i “luoghi” (non necessariamente fisici) del bene e del male, delle gioie e delle sofferenze, delle speranze e delle delusioni: insomma i luoghi della vita che ci si ripropone sempre in forme e contenuti diversi e, nello stesso tempo, sempre uguali.

R. Romano, La cruna del lago, Editoriale Como S.r.l., Como 2012.

la_cruna_del_lago“La cruna del lago” è uno zibaldone non ragionato di stati d’animo vissuti dall’autore (milanese di nascita ma comasco d’adozione) e raccontati con lievità e pesantezza, ironia e serietà, speranza e disincanto, nella omonima rubrica del mensile Como&dintorni. In questo piccolo libricino, fantasia e sogno si integrano e fanno rivivere fatti, persone, luoghi, sensazioni e sentimenti, impreziositi dalla saggezza della memoria che tocca e ritocca i nostri ricordi. Dopo una vita passata tra i banchi di scuola a raccontare storie di numeri e di scienza, e un’altra vita trascorsa in redazione a scrivere di tutto (e di più), Renzo Romano si lascia docilmente sedurre dal fascino del narratore. Si perde nel passato e si ritrova immerso nella banalità del presente che osserva di volta in volta disincantato o accorato, fiducioso o deluso. Impreziosiscono il libro le illustrazioni di Nikla Scotti che accompagnano alcune delle storie, come si usava un tempo fare con i libri di favole, dando volto e forma alle vicende narrate.

G. Molteni, Storia della mia medicina, Editoriale Como S.r.l., Como 2013.

storia-della-mia-medicinaLa storia della medicina è la storia dell’umanità, la storia di un medico è la storia di tante persone con le quali si sono condivise emozioni, paure, gioie e qualche volta dolori. In questo testo viene descritto in modo semplice, sintetico, personale, il percorso fatto dalla medicina “occidentale” nel corso di centinaia di anni raggiungendo incredibili traguardi, arrivando a “curare” le persone in condizione di sicurezza, sconfiggendo il dolore, le infezioni che, nei secoli scorsi, portavano inevitabilmente verso la morte la maggior parte di coloro che si sottoponevano ad interventi chirurgici, anche banali. Centinaia sono stati i medici e gli scienziati che hanno permesso questo cammino, ma il libro parla soprattutto di coloro che nell’esperienza dell’Autore sono stati i fautori principali di questo “percorso”, illustrato dalle testimonianze di tanti piccoli pazienti che hanno voluto ricordare, con scritti, disegni e “pensieri” il loro otorino, quello delle trombette e della luce magica sulla fronte.